La settimana ENOica: 6/12 dicembre

Le descrizioni dei vini qui riportati, sono i miei assaggi personali effettuati nella quotidianità della sfera privata e/o professionale. Per via del numero crescente e della la vastità di tipologie degustate, ho sentito una reale esigenza di condividere tali esperienze con gli altri e divulgarle con una cadenza settimanale. Le bottiglie in oggetto sono di mia proprietà e sono state custodite in condizioni idonee per la conservazione del vino.

di Agnes Futa

Vega Sicilia "Unico" Cosecha 1986

Bodegas
Spagna – Castiglia a Leòn Ribera del Duero Valbuena De Duero
Tempranillo 80% Cabernet Sauvignon 20%
Bottiglie prodotte: 62.748, 2.000 Magnum, 102 Doppio Magnum
Famiglia Alvarez

Sono legata a Vega Sicilia da circa 18 anni e devo ammettere che, ci siamo piaciuti da subito. Da parte mia, ho riscontrato l’appagamento e la curiosità, due sensazioni positive che affiorarono nella speranza della legittima e per quanto desiderabile ulteriore conoscenza/lettura di questo vino; da parte sua, la serenità nell’essere accettati per come si è, visto che, in quegli anni circolavano le opinioni errate della sua presunta ossidazione.

Poiché “UNICO” è profondo e assai complesso, è dotato di una forza cosmica in continuo movimento che, nel suo tragitto orbitale si rinnova di continuo. Composto dall’uvaggio di due varietà rosse: Tempranillo e Cabernet Sauvignon nelle misure variabili in base alle caratteristiche dell’annata in corso, il vino beneficia dell’innata generosità del primo nonché della lungimirante compostezza del secondo.

L’unione fa la forza, ma non solo, apporta l’integrazione e la completezza e, nel “UNICO” tale rapporto si traduce in una felice espressione dal fascino passionale. I tratti distintivi, sia per quello che riguarda il naso che concerne la bocca, sono di stampo mediterraneo – iberico rappresentati da un drappeggiato bouquet della sua caratteristica macchia. Ritroviamo quindi un’intensa solarità asciutta e ventosa, la finezza fruttato – speziata e una dilagante profondità terrosa, scalfita dalla presenza silicio – calcarea presente nel suolo di provenienza.

Un altro pregio di cui si può vantare questo vino deriva dalla sua acidità, ce n’è tanta, ha un ruolo rilevante di sostegno nei confronti della massa vinosa e di far coadiuvare le componenti nella sua solida struttura; rende inoltre, il sorso snello e spigliato apportando un guizzo dell’energizzante vigoria.

Per gli appassionati di riconoscimenti olfattivi Vega Sicilia “UNICO” è in grado di regalare fortissime emozioni, la sua lunga permanenza in legni misti per un periodo di circa dieci anni, dà vita, ad una vera e propria sinfonia aromatica. Siamo di fronte all’eccelsa qualità delle particelle odorose: sorbo selvatico, kirsch, grani di caffè, cacao amaro, alloro, caco, cioccolato fondente, lamponi selvatici, grani di pepe nero, macis, fiori di lavanda, radici, genziana, garofano rosso, pelle di pecora, nota ematica, eucalipto, goudron, carruba. Sono davvero tanti e in continua evoluzione, una bella rappresentazione teatrale che non si vede mai calare del sipario.

 La singolarità dell’UNICO deriva dalla sua forte personalità e dalla sintesi tra la provenienza originaria e le pratiche aggiuntive.

Bodegas Vega Sicilia è situata nella Ribera del Duero a Castiglia a Leòn, una comunità autonoma più estesa della Spagna. La prima parte del nome Vega riconduce alle sponde verdeggianti del Duero – il fiume con più ampio bacino imbrifero, Sicilia invece andrebbe ad indicare una Santa Cattolica di nome Cecilia. Dal 1982 al timone dell’azienda è la Famiglia Alvarez e le pratiche enologiche sono state affidate a Xavier Ansàs. I Signori Alvarez possiedono altre due cantine in Spagna - Bodegas y Vinedos Aliòn nella Ribera de Duero e Pintia nella regione Toro, e una in Ungheria - Oremus - vicino a città di Tokaj.

I vini di Vega Sicilia sono concepiti per lunghi invecchiamenti, la loro longevità sfida i decenni; il valore e la bontà aumentano inesorabilmente.

“UNICO” viene prodotto nelle migliori annate e viene introdotto su mercato dopo dieci anni nelle bottiglie numerate. La vinificazione e la fermentazione malolattica hanno luogo in tini di legno da 20.000 litri, per le successive pratiche di maturazione e affinamento si adoperano legni nuovi e usati di origine francese e americana. Il periodo tra il legno e la bottiglia è di 6 e 4 anni.

Bodegas produce altri due vini rossi: Valbuena 5° e Valbuena 3° ottenuti da un blend di Tempranillo, Merlot e Malbec, il numero accanto al nome corrisponde agli anni d’invecchiamento.